Malta, Istituto Italiano di Cultura: Mariella Crosio “L’Umanità velata”

martedì 8 marzo 2011
Fonte:Istituto I.N.A.C

Si è aperta a Malta, presso l’Istituto Italiano di Cultura, “L’umanità velata” esposizione di opere di Mariella Crosio: la mostra è composta da due gruppi di opere: uno, con una ventina di dipinti realizzati tra il 2010 e questo primo periodo del 2011, un altro con opere su carta del 2009. Le opere del primo gruppo sono quelle che ispirano il titolo della mostra. Sono tecniche miste, acrilici, oli, collage e sono legate da un leitmotiv caro all’artista, ossia l’umanità, intesa sia come collettività che come individuo, l’esistenza, nel contesto sociale e naturale. Il mistero calato sulle opere è costituito da un velo di pigmenti trasparenti o da stralci di giornali, titoli o brani di articoli, con i quali è velata/svelata la condizione attuale dell’uomo. Una sorta di coprire per scoprire, di nascondere per mostrare, per stuzzicare la curiosità e la riflessione. Il secondo gruppo è dedicato alle musiche di Federico Gozzelino contenute nel CD musicale “The mystical story of Christ”; ogni opera è ispirata da uno dei brani musicali. In occasione dell’inaugurazione della mostra, si è tenuto un concerto per pianoforte di queste stesse musiche tenuto dalla pianista Maria Cecilia Brovero.

Per l’occasione la Casa editrice Verso l’Arte ha pubblicato un libro a colori su cui sono riprodotte tutte le opere esposte e la biografia dell’artista; inoltre, contiene il testo di Giovanna Barbero e le introduzioni di Anselmo Villata, Presidente dell’Istituto Nazionale d’Arte Contemporanea, Luigi Marras, Ambasciatore d’Italia a Malta, Bruno Busetti, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Malta. Sempre per questa occasione è stata pubblicata anche la seconda edizione del CD musicale di Federico Gozzelino che contiene anche un libretto con le illustrazioni dei brani musicali e delle opere ad esse dedicate.

Al mattino dello stesso giorno, invece, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Malta, ci sarà la presentazione del libro di Franco Ferrarotti “La musica post moderna ha un cuore antico”, edizioni Verso l’Arte, versione inglese, in cui il sociologo dedica un’ampia parte al compositore Federico Gozzelino e lo riconosce “padre” della musica post moderna. Alla presentazione erano presenti: Bruno Busetti, Anselmo Villata, Federico Gozzelino, Maria Cecilia Brovero.

This entry was posted in Rassegna/Posts. Bookmark the permalink.

Comments are closed.