Vita/Life

English Version

Nasce a Torino nel 1957, si laurea in Lingua e Letteratura Inglese, e per alcuni anni si trasferisce negli Stati Uniti. A New York frequenta i corsi di scultura di Sidney Simon presso la Art Students League, corsi di Industrial Psychology e Labour Studies alla Columbia University e alla Cornell.Rientrata in Italia, apprende e perfeziona tecniche di pittura a olio e acrilico, incisione su zinco e xilografia, in collaborazione con atelier di pittori e laboratori di grafica a Torino e a Venezia. Recentemente ha frequentato un corso di scultura sacra presso l’Accademia Albertina di Torino.

Avvalendosi di diverse tecniche, conferisce alla sua ricerca artistica un ambito sperimentale ampio ed eclettico, unitamente a un profondo e personale interesse per il significato psicologico e antropologico dell’arte, con particolare riferimento all’aspetto simbolico delle opere. Come scriveva Kandinsky nel suo “Lo Spirituale nell’Arte”: “l’Artista […] deve educarsi e raccogliersi nella sua anima, curandola e arricchendola in modo che essa diventi il manto del suo talento esteriore, e non sia come il guanto perduto di una mano sconosciuta, una vuota e inutile apparenza.”

Nel 2005 incontra Silvia Montefoschi, psicoanalista di orientamento junghiano, con la quale intraprende un percorso conoscitivo delle dinamiche evolutive dell’Essere, da cui consegue l’elaborazione di una visione dell’esistenza che influenzerà la sua vita e le sue opere: l’Artista si pone come soggetto che assume e comprende il Pensiero nel percorso esistenziale che trascende la dimensione personale del suo vissuto, il contesto storico e sociale in cui opera, per pervenire infine alla dimensione universale della ricerca del senso assoluto dell’Essere. Un processo necessario in cui l’Artista è un tutt’uno con la dinamica stessa, con umiltà e pazienza egli si affida alla tensione evolutiva che lo ispira e, svolgendo il compito cui non può sottrarsi, offre al mondo le sue realizzazioni.

Le più recenti mostre collettive alle quali ha partecipato sono: STEMPERANDO 2010, a cura di Giovanna Barbero, presso le Biblioteche Nazionali di Torino, Cosenza e Roma; Cinquant’anni di Italia ’61 – RICORDI XILOGRAFICI, a cura di Giovanna Barbero, presso la Biblioteca Nazionale di Torino, gennaio 2011.

A Marzo 2011 ha esposto una personale dal titolo “Mariella Crosio. L’umanità velata” presso l’Istituto Italiano di Cultura a La Valletta (Malta), a cura di Giovanna Barbero e dell’Istituto Nazionale di Arte Contemporanea – INAC . All’inaugurazione è stata presentata un’esecuzione a pianoforte della Prof. Maria Cecilia Brovero delle musiche del compositore Federico Gozzelino presente a Malta . Mariella ha illustrato i sette brani del CD di Federico Gozzelino “The Mystical Story of Christ”.

Prosegue il Tour di mostre personali a Malta presso la Opus64Galerie di Silema il 9 Aprile mostra fino al 30 Aprile 2011. Dal 1 al 24 Luglio 2011 suoi recenti lavori sono stati esposti in una personale al Centre of Arts della Cittadella, Victoria, Gozo, Malta.
Vive e lavora a Torino (Italia) e a Pozzengo di Mombello Monferrato (Alessandria, Italia).

Mariella Crosio

Comments are closed.